Profilo genomico

La ricerca di specifiche mutazioni di geni, codificanti fattori emocoagulativi, permette l'identificazione dei soggetti

esposti al rischio di trombosi, già in età giovanile.

 

L’identificazione di polimorfismi di geni implicati nella detossificazione e

nella modulazione infiammatoria consente di identificare, precocemente,

le persone a rischio di sviluppare malattie infiammatorie e

degenerative neurologiche e cardiovascolari,

mettendo a punto trattamenti  protettivi e di sorveglianza clinica .